Tecna - R&D Diagnostics - Biotechnology | Food safety in your hands
IT | EN

 

Novità

Tecna partecipa ogni anno a svariati Proficiency Test di diversi circuiti, in questo modo è in grado di monitorare le performance dei propri kit. Nel 2016 alcuni dei kit Tecna per micotossine e residui di farmaci veterinari sono stati oggetto d'indagine con ottimi risultati.

29 Maggio 2017

La validazione di un kit una tantum non è sufficiente: occorre sottoporre tutti i prodotti a precisi piani di monitoraggio nel tempo
Risultati proficiency test 2016: nuovamente ottime performance dei kit Tecna All’inizio di ogni anno è stilato un calendario di prove che coinvolgono sia i nuovi prototipi che i kit in vendita da vent’anni.

Che cosa sono i proficiency test?
Si tratta di circuiti inter-laboratorio in cui un organizzatore distribuisce a diversi laboratori uno o più campioni da analizzare per una certa lista di contaminanti. I partecipanti non conoscono la concentrazione di tali sostanze ed impiegano i propri metodi per individuarli ed eventualmente quantificarli. I risultati, o consensi, di tutti i partecipanti sono rielaborati dall’organizzatore che, a chiusura del circuito, elabora un rapporto finale. In tale documento rivela la contaminazione dei campioni, ovvero assegna una concentrazione a ciascuno dei contaminanti presenti. Il valore assegnato può provenire proprio dall’analisi statistica delle risposte dei partecipanti, di tutti o di una parte, oppure può essere assegnato dallo stesso organizzatore mediante un metodo analitico di riferimento. Ad ogni partecipante è restituito un punteggio, o z-score, che rappresenta la distanza tra la risposta fornita ed il valore assegnato. Minore è l’errore, più lo z-score sarà prossimo allo zero. Per risultati che sovrastimano rispetto al valore assegnato, lo z-score avrà un punteggio positivo, mentre le prove che hanno sottostimato la concentrazione di contaminante ricevono un punteggio negativo. È considerato accettabile un punteggio compreso tra -2 e +2.

I risultati

• Analisi dell’aflatossina M1 in quattro campioni di latte bovino liofilo distribuiti nell’ambito del progetto D.A.M.O.C.L.E. dall’Associazione Italiana Allevatori; impiego del kit I’screen AFLA M1 milk. Z-score ottenuti 1,21 – 0,59 – 0,13 – 0,70.
• Analisi di un campione di mais naturalmente contaminato per fumonisine, acquistato presso la ditta Test Veritas; impiego del kit Celer® FUMO. Z-score ottenuto -0,27.
• Analisi di due campioni di mais naturalmente contaminanti per lo zearalenone, distribuiti dalla ditta Test Veritas; impiego del kit Celer® ZEA. Z- score ottenuti 0,43 e 0,03 per i due campioni rispettivamente.
• Analisi di due campioni di latte bovino crudo naturalmente contaminato per l’aflatossina M1, distribuiti da Test Veritas. L’analisi è stata condotta con il kit B ZERO® AFLA M1, ed ha prodotto z-score pari a 0,45 e 1,08 per i due materiali.
• Analisi di un campione di farina di frumento naturalmente contaminato per vomitossina e zearalenone, distribuito da Test Veritas. L’analisi del deossinivalenolo è stata condotta con il kit rapido Smart Strip DON e ha prodotto uno z-score pari a -0,80, mentre la ricerca dello zearalenone è stata effettuata con il kit ELISA Celer® ZEA e ha restituito uno z-score pari a -0,80.
• Analisi di due campioni di miele addizionati con sulfamidici e cloramfenicolo, distribuiti sempre da Test Veritas. Il campione addizionato con sulfatiazolo è stato correttamente identificato come positivo con il kit I’screen SULFA. Il secondo campione, che conteneva cloramfenicolo, è stato dosato con il kit I’screen CAP total: in questo caso lo z-score è stato di 0,91.
• Analisi di due campioni di miele addizionati con streptomicina, distribuiti da Test Veritas. Uno dei due campioni si è rivelato negativo, l’altro positivo per la streptomicina. L’analisi mediante il kit ELISA I’screen STREPTO ha permesso di identificare correttamente i due campioni e di ottenere, dall’organizzatore dei proficiency, una valutazione positiva (“satisfactory”). Tutti i risultati sono verificabili consultando i report redatti dagli organizzatori dei proficiency test. Per ulteriori informazioni sulle performance dei kit Tecna non esitate a contattare servizioclienti@tecnalab.com.